Devi posare per un ritratto fotografico?

Sono consigli dati dalla mia esperienza, piccoli accorgimenti che ti aiutano a vivere ed ottenere il meglio quando posi per un ritratto fotografico.
Innanzi tutto vivilo come un momento tutto tuo.
Non andare dal fotografo con i figli se la sessione è stata progettata solo per il tuo ritratto. Le probabilità che tu venga distratta sono molto alte, specialmente se i bambini sono tipi vivaci.
Lasciati guidare dal fotografo, cerca di non metterti nelle stesse pose che hai imparato con i selfie, a meno che tu non voglia la stessa foto che ti fai in un selfie, e se così fosse mi domando, perché vai da un fotografo? ;)
Molti pensano che sia Photoshop a compiere il "miracolo" ma non è così, è l'intimità che si riesce a creare tra il fotografo e il soggetto che fa la differenza, un'intimità che dura il tempo degli scatti ma che è fondamentale al risultato.
Certo, in post produzione in teoria si possono ottenere risultati notevoli, come nel video che vedi sotto, ma per alterare così tanto la realtà spacciandola per vera, suggerisco un passaggio ulteriore che non ha l'obiettivo di spacciare per vero qualcosa che non lo è, ma usa la fantasia è la post produzione per ottenere un risultato Pop come questo
Condivido il pensiero di Peter Lindbergh, uno dei più grandi fotografi contemporanei, uno dei maggiori responsabili dell'ascesa delle top-model degli anni '90, nonché il più strenuo oppositore alla politica imperante del fotoritocco, mancato il 3 settembre 2019.
Lui parla dell'universo femminile, ma alcune considerazioni sono valide anche per il mondo maschile.
"Se davvero i fotografi sono responsabili della creazione e della rappresentazione della donna nella società moderna, allora credo che ci sia una sola via per progredire, ed è quella di dare volto e corpo a una femminilità forte e indipendente. Questo è il compito dei fotografi oggi: liberare il mondo dalla tirannia della giovinezza e della perfezione".

Il significato dei colori
La stampa Fine Art o Giclée

In conclusione

Se la giornata va storta cerca di rilassarti prima dell'appuntamento, e se proprio ti senti incazzosa rimanda la sessione fotografica. 
Chiacchiera prima con il fotografo, cerca un professionista capace di ascoltarti e di metterti a tuo agio.
Nella mia esperienza ho notato che le immagini migliori sono quasi sempre le ultime realizzate durante la sessione fotografica. Più il tempo passa e più la persona che sto fotografando prende confidenza e si lascia andare.